0-3 ANNI: domande frequenti sullo sviluppo del linguaggio

0-3 ANNI: domande frequenti sullo sviluppo del linguaggio

0-3 ANNI: DOMANDE FREQUENTI SULLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO

 

Cari mamma e papà,

che impegno diventare genitori?! Vero?

Notti insonni, nuove preoccupazioni e mille dubbi e domande…

Ciuccio sì o ciuccio no? A quanti mesi dovrebbero arrivare le parole? E le frasi? Se pronuncia male le parole gli chiedo di ripetere o no? Non parla perché è pigro?

Eccomi qui a rispondere ad alcune di queste domande, con la speranza di togliere tempo ai dubbi e lasciarvene di più per godervi la gioia dei vostri bambini!

Come si sviluppa il linguaggio nei bambini 0-3 anni?

Comprensione:

  • Alla 30° settimana di gestazione il bambino inizia a reagire agli stimoli uditivi e a poche ore dalla nascita riconosce le voci di mamma e papà.
  • A 8/10 mesi comprende le prime parole.
  • Tra i 12 e i 18 mesi comprende le frasi semplici, legate ad un contesto.
  • A 24 mesi comprende frasi decontestualizzate.

Produzione:

  • A 5/10 il bambino inizia a lallare (pa-pa-pa, ca-ca-ca).
  • Intorno ai 12 mesi compaiono le prime parole.
  • Tra i 17 e i 24 mesi abbiamo l’esplosione del vocabolario: il piccolo apprende dalle 5 alle 40 parole nuove a settimana!
  • A 24 mesi circa compaiono le prime frasi.

 

DOMANDE FREQUENTI

Il mio bambino non parla perché è pigro?

Assolutamente no, il linguaggio è il modo più economico che abbiamo per comunicare, se fosse davvero pigro lo userebbe senza dubbio. Pensate a un bambino che vuole una mela: a dire “mamma mela” o “voglio una mela” ci mette un secondo, a prendere la mamma, portarla al tavolo, indicare la mela o a ripetere 10 volte una parola che nessuno capisce ci mette il triplo del tempo.

E’ giusto far finta di non capire se il mio bambino pronuncia male una parola?

No. La cosa più importante è che bambino capisca che la comunicazione gli serve per raggiungere certi obiettivi (ad esempio, farsi dare la mela) e che abbia voglia di comunicare. Se gli facciamo credere che comunicare non gli è utile, non lo aiutiamo, anzi!

Il ciuccio causa difficoltà di linguaggio?

Il ciuccio obbliga la lingua a stare in una posizione “bassa”; questo comporta da un lato l’instaurarsi di un pattern respiratorio orale (il bambino respira esclusivamente dalla bocca e non con il naso) e dall’altro una maggiore difficoltà nel produrre quei suoni che richiedono elevazione linguale (ad esempio la /l/ e la /z/). Detto ciò, non esiste una correlazione diretta tra uso del ciuccio e disturbo di linguaggio, tuttavia, l’utilizzo prolungato di tale oggetto, soprattutto nei bambini più fragili da un punto di vista linguistico/articolatorio aumenta la probabilità che compaiano delle difficoltà e ne rende più difficile la risoluzione.

Il mio bambino ha 24 mesi e ancora non parla (o parla molto male), avrà un disturbo di linguaggio?

Non si può parlare di disturbo di linguaggio prima dei 3,5-4 anni; tuttavia, se il bambino presenta meno di 50 parole oppure è quasi sempre incomprensibile quando parla è consigliabile rivolgersi ad uno specialista per monitorare la situazione e valutare se è il caso di iniziare un trattamento precoce.

 

Come posso supportare al meglio lo sviluppo del linguaggio nel mio bambino?

Ecco qualche buon consiglio:

  • Quando parlo al mio bambino, mi pongo al suo livello e di fronte a lui, di modo che possa vedere bene la mia bocca.
  • Commento in diretta le azioni del mio bambino, soprattutto nel momento del gioco (es. il piccolo sta giocando con la fattoria e noi verbalizziamo: “che bella la tua fattoria con la mucca, il cavallo…. Guarda la mucca beve…”)
  • Parlo lentamente e semplifico il linguaggio.
  • Non anticipo il mio bambino quando sta cercando di dirmi qualcosa, ma gli lascio tutto il tempo necessario.
  • Lettura dialogata: creo un momento durante la giornata in cui leggo un libro al mio bambino, cercando il più possibile di tenere agganciata la sua attenzione.

 

….e tra i 3 e i 6 anni? Beh, per scoprilo vi invito a seguire sui nostri canali la diretta Zoom del 9/04 in cui parleremo dello sviluppo del linguaggio e del comportamento in questa fascia d’età!

Buona pratica cari genitori! A presto!

 La Logopedista del Poliambulatorio Sinergia

Silvia Cortinovis

PRENOTA UN PRIMO INCONTRO GRATUITO CON LA LOGOPEDISTA

PRENOTA GRATUITAMENTE

OGNI PRIMO VENERDI’ DI OGNI MESE AVRAI A TUA DISPOSIZIONE UNA PRIMA CONSULENZA DA 30 MINUTI CON LA LOGOPEDISTA DEL POLIAMBULATORIO STUDIO SINERGIA.

Potrai sperimentare in prima persona la competenza e la professionalità che riserviamo ai nostri clienti e inoltre ricevere gratuitamente un consulto per capire se è il momento di incominciare a lavorare attivamente sulle problematiche del tuo bambino.

Togliti il dubbio… chiedi consiglio alla Logopedista

COMPILA IL FORM CHE TROVI DI SEGUITO.

Il servizio è gratuito ed è richiesta la prenotazione.

prenota il tuo trattamento gratuito o richiedi informazioni

Oppure telefona al

Messaggio WhatsApp
Hai bisogno d'informazioni?