La Visita Nutrizionale

COMPRENSIONE DEI BISOGNI E DEFINIZIONE DELL'OBIETTIVO

Puntare il timone e definire in modo chiaro i propri traguardi è il primo passo per raggiunger i propri obiettivi. Definire obiettivi conformi alle proprie possibilità è altrettanto importante. Il primo step della visita è la condivisione di un obiettivo valido, funzionale per il paziente.

ANAMNESI FISIO-PATOLOGICA

Una accurata indagine anamnestica delle patologie permette di conoscere e calibrare al meglio fabbisogni nutrizionali nella dietoterapia. Se il cliente prende farmacie è molto importante sapere quali sono. Questo permette di evitare possibili interazioni tra dietoterapia e terapia farmacologica.

ANAMNESI ALIMENTARE

In questa fase si raccolgono informazioni sulle abitudini alimentari, sul grado di educazione alimentare, sulle preferenze e le esclusioni. Tutto questo viene fatto nell’ottica di una miglior comprensione del cliente e anche per promuovere un cambiamento progressivo che non stravolga troppo le abitudini. Inoltre in questa fase si possono definire quali sono i punti dove vi è maggior bisogno di ampliare i concetti di educazione e consapevolezza alimentare del cliente affinché possa raggiungere i suoi obiettivi con più facilità.

ANAMNESI ANTROPOMETRICA

In questa fase si raccolgono i dati e le misure antropometriche del cliente necessari per parametrare strategie ed obiettivi. Se necessario viene eseguita una analisi di bioimpedenziometria che permette una definizione accurata della composizione corporea (l’esame bioimpedenziometrico viene richiesto ed eseguito solo nei casi di necessità e non rientra nel costo della prima visita).

ELABORAZIONE STRATEGIA E DEL PIANO NUTRIZIONALE

Dopo la parte anamnestica, dove viene definito il soggetto e il contesto di lavoro, il biologo nutrizionista presenta e condivide con il cliente la strategia spiegando quelli che sono i principi tecnici e gli step necessari al raggiungimento degli obiettivi. Questa parte è il vero cuore della visita nutrizionale perché  l’interazione tra cliente e biologo si concretizzano per un fine comune: la salute e il benessere psicofisico del paziente. In questa fase oltre agli step il biologo trasferisce anche nozioni e concetti di educazione e consapevolezza alimentare al cliente per renderlo consapevole e promotore dei suoi stessi risultati. Modificare le abitudini alimentari non è sempre immediato; modificare le abitudini alimentari se sappiamo il perchè di certe azioni piuttosto che di altre, ci aiuta molto in questo processo. In questa ottica acquisire nuove abitudini alimentari significa acquisire una nuova consapevolezza alimentare. Entrare nel merito del piano nutrizionale significa quindi dare gli strumenti necessari perché possa essere realizzato in autonomia nel mese a seguire.

VISITA DI CONTROLLO E FOLLOW UP

La visita di controllo è effettuata generalmente a cadenza mensile. Durante il controllo si andranno a effettuare nuovamente tutte le misurazioni e la bioimpedenziometria se necessaria. Si analizzeranno lo stato di avanzamento, le criticità e i possibili ostacoli riscontrati nell’attuazione e  adesione al piano nutrizionale e si cercherà insieme una soluzione per integrare la strategia nutrizionale. In base ai risultati si discuteranno eventuali modifiche del piano corrente. Al raggiungimento degli obiettivi prefissati si puo quindi impostare un piano nutrizionale di mantenimento.

COSA PORTARE ALLA PRIMA VISITA?

Le analisi del sangue se sono state eseguite negli ultimi 6 mesi.

Se sono presenti patologie, portare la documentazione più recente relativa alle visite e referti medici di cui si dispone.

IL QUESTIONARIO PER LA PRIMA VISITA

Dopo aver prenotato la prima visita, compila il questionario per  fornire le informazioni necessarie alla visita nutrizionale. Clicca il bottone sottostante per accedere al questionario.

PRENOTA LA TUA VISITA NUTRIZIONALE

PRIMA VISITA NUTRIZIONALE
  • Prima visita nutrizionale di 90-120 minuti
  • Definizione piano nutrizionale
  • Integrazione personalizzata
  • Test per sensibilità alimentari
  • Consigli di educazione alimentare
  • Strumenti per educazione alimentare
VISITA NUTRIZIONALE DI CONTROLLO
  • Controllo nutrizionale di 50-60 minuti
  • Calibrazione del piano nutrizionale
  • Calibrazione integrazione
  • Verifica delle sensibilità alimentari
  • Consigli di educazione alimentare
  • Strumenti per educazione alimentare
PRIMA VISITA + BIORISONANZA
  • Prima visita nutrizionale di 90-120 minuti
  • Screening  con biorisonanza
  • Definizione piano nutrizionale
  • Valutazione integrazione
  • Test per sensibilità alimentari
  • Consigli di educazione alimentare
  • Strumenti per educazione alimentare
PRIMA VISITA + IMPEDENZIOMETRIA
  • Prima visita nutrizionale di 90-120 minuti
  • Valutazione con impedenziometro
  • Definizione piano nutrizionale
  • Valutazione integrazione
  • Test per sensibilità alimentari
  • Consigli di educazione alimentare
  • Strumenti per educazione alimentare

Per ulteriori informazioni compila il form

Messaggio WhatsApp
Hai bisogno d'informazioni?