NEUROPSICOMOTRICITA’

“Il bambino sa che esistono i draghi non perché è scritto nelle favole:
Il bambino sa già che esistono i draghi, ma legge nelle favole che i draghi
possono essere sconfitti"

IL NEUROPSICOMOTRICISTA

Il neuropsicomotricista è il professionista sanitario che si occupa di
prevenzione, valutazione, trattamento e riabilitazione dei soggetti in età
evolutiva, dai 0 ai 18 anni, che presentano disturbi di sviluppo, di lieve o maggiore entità.
Il neuropsicomotricista svolge la sua attività professionale in collaborazione con le équipe multidisciplinari formate dagli operatori sanitari della riabilitazione, per ilraggiungimento di obiettivi personalizzati e specifici per ogni bambino.

IL NEUROPSICOMOTRICISTA PRENDE IN CARICO PERCORSI PER:

OGNI BAMBINO E' UNICO E DIVERSO DA TUTTI GLI ALTRI, PROPRIO PER QUESTO OGNI PERCORSO VIENE STUDIATO E PERSONALIZZATO INDIVIDUALMENTE, PER OGNI TIPOLOGIA DI PROBLEMATICA, ANCHE QUELLE PIU'PICCOLE.

  1. Inizialmente viene fatta un’osservazione del comportamento spontaneo, del gioco, delle abilità di relazione e delle capacità organizzative, unitamente ad un colloquio con il genitore.
  2.   Vengono effettuati, qualora sia necessario, dei test per valutare le abilità motorie, prassiche, la percezione visiva, i tempi di attenzione…
  3.   In seguito a ciò, viene stilato un piano di trattamento che parte dai punti di forza del bambino, per poi promuovere lo sviluppo delle eventuali abilità deficitarie.

Questo significa che, a seconda della patologia, 

vengono proposti percorsi differenti, 

per stimolare diverse aree o ancora attività per migliorarne altre; 

si effettuano dei giochi opportunamente selezionati e costruiti per stimolare diverse abilità, a seconda dell’obiettivo e dello scopo finale.

PRENOTA LA TUA VISITA O RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni chiamare  +39 344 0642317 o scrivere a studiosinergiasrls@gmail.com

Puoi fissare un appuntamento tramite MioDottore

CONOSCIAMO LA NEUROPSICOMOTRICISTA

  Dott.ssa Katherine Filippi, Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva.

Mi sono laureata presso l’Università di Medicina e Chirurgia Milano Bicocca. 

Mi occupo principalmente di riabilitazione neuromotoria e fisioterapica, 

ritardi psicomotori cognitivi e DSA, con uno specifico approfondimento in merito alla disgrafia e disprassia. 

Sono iscritta all’Albo TSMR di Bergamo con registrazione N.88.

a75e9031-d627-43f7-a145-d1aecdce561c

LA DOTTORESSA KATHERINE ESEGUE ANCHE SCREENING DELLO SVILUPPO, CALCOLO DEL QI E POTENZIAMENTO COGNITIVO

PRENOTA LA TUA VISITA O RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni chiamare  +39 344 0642317 o scrivere a studiosinergiasrls@gmail.com

Puoi fissare un appuntamento tramite MioDottore

QUANDO RIVOLGERSI ALLA NEUROPSICOMOTRICISTA?

DISTURBI LINGUAGGIO E APPRENDIMENTO
SINDROMI GENETICHE
SPETTRO AUTISTICO
RITARDI PSICOMOTORI E COGNITIVI
DISTURBI NEUROMOTORI
DISTURBI COORDINAZIONE MOTORIA
DISTURBI NEUROLOGICI
DISTURBI SENSORIALI
PARALISI CEREBRALI, DISTROFIE, PARALISI OSTETRICHE
PIEDINO TORTO, TORCICOLLO MIOGENO
SI DEDICA SEMPRE AGLI STESSI GIOCHI E SI ARRABBIA QUANDO QUALCOSA CAMBIA?
E' POCO PRECISO NEI DISEGNI E NELLE ATTIVITA DI MANIPOLAZIONE?
SEMBRA NON ASCOLTARTI, NON RISPETTA LE REGOLE ED E' SEMPRE AGITATO?
IIL TUO BAMBINO INCIAMPA SPESSO?, CAMMINA MALE O IN MODO GOFFO?

PRENOTA LA TUA VISITA O RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni chiamare  +39 344 0642317 o scrivere a studiosinergiasrls@gmail.com

La Visita Neuropsicomotoria

 Ogni bambino è unico e diverso da tutti gli altri, proprio per questo ogni percorso viene studiato e personalizzato individualmente, per ogni tipologia di problematica, anche per quelle più piccole.

 

  Inizialmente viene fatta un’osservazione del comportamento spontaneo, del gioco, delle abilità di relazione e delle capacità organizzative, unitamente ad un colloquio con il genitore.

 

 Vengono effettuati, qualora sia necessario, dei test per valutare le abilità motorie, prassiche, la percezione visiva, i tempi di attenzione…

 

  In seguito a ciò, viene stilato un piano di trattamento che parte dai punti di forza del bambino, per poi promuovere lo sviluppo delle eventuali abilità deficitarie.

Questo significa che, a seconda della patologia, vengono proposti percorsi differenti, per stimolare diverse aree o ancora attività per migliorarne altre; si effettuano dei giochi opportunamente selezionati e costruiti per stimolare diverse abilità, a seconda dell’obiettivo e dello scopo finale.

SEGUI LA DOTTORESSSA FILIPPI NEI SUOI CONTENUTI MULTIMEDIALI SUL CANALE STUDIO SINERGIA

Contattaci

Per ogni tipo di dubbio non esitare a contattarci

Messaggio WhatsApp
Hai bisogno d'informazioni?